paranoia

Per chi volesse porre quesiti di tipo sociale o desideri scambiare idee ed opinioni con altri utenti.

Moderatori: AnlaidsOnlus, Tex83, ANLAIDS, Claudia Balotta

Regole del forum
QUESTA SEZIONE NON E' AMMINISTRATA DA MEDICI. PER INFORMAZIONI RELATIVAMENTE ALLA TRASMISSIONE E AL TEST, RIFERIRSI ALLE SEZIONI HIV E TEST
Rispondi
speriamomoltobene
Messaggi: 8
Iscritto il: 20 aprile 2016, 20:10

paranoia

Messaggio da speriamomoltobene » 25 giugno 2016, 12:17

buongiorno a tutti,
la mia storia è questa dopo un rapporto a rischio, a 81 giorni ho effettuato un test Elisa di quarta generazione, esito negativo.
Ora, dopo aver fatto il prelievo, non mi sento tranquillo, cioè la mia mente si sta rivoltando contro di me a quanto pare, mi sono convinto che l'ago non fosse sterile e quindi potrei essere stato infettato, dopo due settimane, mi è apparsa una macchiolina rossa, soltanto una sul braccio, ora potrebbe essere di tutto, ma la cosa che più mi spaventa è che dopo un paio di giorni che ho effettuato il prelievo mi sono procurato con una botta, sangue "pesto" e vedo che ci sta mettendo un po' a guarire del tutto.
Ora vi chiedo, a qualcuno è successo questa esperienza della paranoia di un ago infetto?, potreste delucidarmi sui i sintomi che ho se possono far pensare a una sieroconversione?
grazie a tutti coloro che vorranno gentilmente rispondere.
saluti.

Shadow2506
Messaggi: 17
Iscritto il: 3 maggio 2016, 10:23

Re: paranoia

Messaggio da Shadow2506 » 25 giugno 2016, 12:54

Ciao, mi sono documentato su l'infezione da hiv perchè penso anche io di averla contratta e sono nel panico più totale. Posso dire che a quanto ho appreso l'infezione si suddivide in periodo di incubazione, fase acuta che compare dalle due alle sei settimane dopo il fatto a rischio e può essere completamente asintomatica, oppure quando ci sono i sintomi variano da persona a persona, può esserci rash cutaneo, febbre, ingrossamenti dei linfonodi, faringite, ma possono anche non esserci tutti questi sintomi, periodo di latenza che può durate anche 10 anni e malattia conclamata. Non hai detto il tipo di rapporto a rischio che hai avuto. Comunque quelli da te descritti non mi sembrano proprio sintomi da sieroconversione. Ora non sono un medico ma senza sintomi e con un test di IV generazione a 81 giorni secondo me puoi già stare tranquillo. Per quanto riguarda l'ago non mi farei nessun problema è non mi passerebbe nemmeno per la testa che mi hanno fatto un prelievo con un ago non sterile!

biscuit90
Messaggi: 84
Iscritto il: 20 febbraio 2012, 17:32

Re: paranoia

Messaggio da biscuit90 » 22 agosto 2016, 16:49

E' una problematica che sarebbe corretto valutare con uno psicoterapeuta e come dici tu stesso ne titolo: una "paranoia"

AleB
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 settembre 2016, 16:25

Re: paranoia

Messaggio da AleB » 15 settembre 2016, 16:40

Ciao a tutti, vi spiego in breve la mia storia.
Io convivo con il mio ragazzo da 12 anni e 2 anni fa mi confida di aver scoperto di essere siero+. Dopo un'iniziale sconforto, mi crollò il mondo addosso, lui volle che mi facessi subito le analisi, con esito negativo. In questi 2 anni gli sono stato sempre vicinissimo, ogni volta che faceva le analisi, ed aveva la visita con l'immunologo io sono stato presente. Ultimamente l'immunologo gli consiglia di iniziare la terapia, che lui NON vuole ASSOLUTAMENTE iniziare per paura degli effetti collaterali. Io cerco di spronarlo ad iniziare sempre rispettando il suo volere a proposito. Una settimana fa mi confida di voler procedere con il Suicidio Assistito SA in Svizzera. Questa si che è stata una coltellata al cuore, piango tutto il giorno da una settimana, non so come poterlo distogliere da questa sua decisione, vi prego AIUTATEMIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!! Sono disperato, come potrei accompagnare alla morte l'AMORE della MIA VITA???????????????????????
Vi prego di nuovo, aiutatemi.

Grazie a chiunque risponderà e anche a chi non avrà parole per rispondermi.
Il mio augurio a tutti è quello di non trovarsi MAI nella mia situazione.

Un abbraccio grande

Rispondi