Coppia sierodiscordante

Per chi volesse porre quesiti di tipo sociale o desideri scambiare idee ed opinioni con altri utenti.

Moderatori: AnlaidsOnlus, Claudia Balotta, Tex83, ANLAIDS

Regole del forum
QUESTA SEZIONE NON E' AMMINISTRATA DA MEDICI. PER INFORMAZIONI RELATIVAMENTE ALLA TRASMISSIONE E AL TEST, RIFERIRSI ALLE SEZIONI HIV E TEST
Rispondi
Jess7
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 gennaio 2022, 21:08

Coppia sierodiscordante

Messaggio da Jess7 »

Salve, intanto complimenti per il forum e il supporto ( anche se non sono sicura di postare nella sezione giusta )

Vi espongo i miei dubbi, ho circa 40 anni anni e io sono sieronegativa, e da circa 5 mesi ho una relazione con un ragazzo sieropositivo sotto trattamento antiretrovirale da molti anni, dal 2017 la sua viremia è azzerata, e i suoi valori stabili.
Prima di buttarmi a capofitto in questa storia, sono stata anche al reparto malattie infettive della mia città, e la dottoressa mi ha rassicurato riguardo al fatto che chi ha viremia azzerata >20 copie non corre il rischio di trasmettere il virus al partner ( mi son letta anche lo studio partners) .
Rimane il fatto e no lo nego che un po' di pensiero mi viene comunque, perché chiaramente si parla di una patologia di una certa entità, e nonostante le rassicurazioni un po' di ansia mi viene ugualmente.

Mi chiedo, ma se la viremia dovesse variare nel periodo finestra di controllo, si potrebbe comunque rischiare qualcosa e sarebbe meglio comunque praticare sesso con preservativo oppure, mi confermate che le variabili sarebbero comunque minime, non sufficienti per creare un pericolo di contagio se lui comunque continua stare sotto cura stabile ? In ogni caso mi farò un'analisi la settimana prossima e la farò periodicamente almeno se continuerò a frequentare questa persona alla quale tengo particolarmente.

Mio zio negli anni '90 è morto di AIDS, e allora è stato terribile, le cure e l'epilogo era terribile... ribadisco, è incredibile quello che in questi anni ha fatto la scienza, vorrei che ci fosse più riconoscenza per la ricerca, per quello che si fa in questo ambito..
Mi spiace leggere ancora così tanta ignoranza, il timore di essere contagiati solo per condividere spazi comuni, o per strette di mano o cose simili...

L'altra cosa, che non mi piace, è che non si parla di sieropositivi sotto cura, equiparando alllo stesso livello un HIV senza cure uno sotti cura. E' importante far sapere di questa condizione di stabilità terapeutica nel rassicurare le persone, che chi comunque è sotto cura stabile non rappresenta un rischio in nessun modo ( se non tramite la trasfusione insomma ).

Se potete quindi anche voi dirmi se posso avere rapporti sessuali non protetti con un sieropositivo sotto trattamento efficace con viremia azzerate mi fate un favore !
Scusate, ma sapete com'è :)
Tex83
Messaggi: 10927
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Tex83 »

Buongiorno, come prima cosa benvenuta.
Credo che sia ora di modernizzare un po' la visione dell'HIV alla luce dello stato attuale delle cose. Vivere con HIV non significa avere una malattia, ma avere una infezione che se individuata in tempo e correttamente trattata non porterà allo sviluppo di complicazioni. Mi creda, mi fa sempre un certo effetto ascoltare le esperienze personali legate alla conoscenza di una persona deceduta per AIDS.
Per "undetectable" si intende una viremia inferiore alle 200 copie, per un periodo di almeno sei mesi. La viremia normalmente può avere oscillazioni all'interno della finestra nella quale vengono fatte le analisi. Queste oscillazioni sono contemplate negli studi. Chi si prenderebbe la responsabilità di dire che se l'infezione se non è rilevabile, non è trasmissibile, se non fosse così?
Capisco i suoi dubbi, e credo che la soluzione migliore sia utilizzare il preservativo in un primo periodo, in modo da prendere confidenza con il partner, e con il tempo, anche "vivendo" di prima persona le analisi del suo compagno, valuterete insieme ed in modo consapevole se avere rapporti non protetti. Se la relazione dovesse proseguire felicemente, le consiglio anche di chiedere di fare "due chiacchiere" con l'infettivologo che cura il suo compagno (ovviamente quando la pandemia sarà esaurita), in modo da avere le rassicurazioni di cui necessita direttamente da chi conosce tutta la storia clinica.
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi
Jess7
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 gennaio 2022, 21:08

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Jess7 »

A dire il vero siamo già stati dall'infettivologa, e anche da lei le conclusioni sono state rassicuranti ( la risposta è stata, "a meno che non avete fetish col sangue la situazione è assolutamente tranquilla" ).
Mi spiace che si viva ancora questa condizione con così tanti pregiudizi e terrore ( perché si parla veramente di terrore ), la cosa che più mi ha ferito della faccenda è che alcuni ( ma nn tutti fortunatamente ) dei miei amici l'ha presa male, chiaramente l'ho detto a pochi, ma qualcuno è rimasto sgomento; quando dati alla mano, e situazione attuale, non c'è assolutamente da preoccuparsi.
Certo quando era il 93 e mio zio si scoprì sieropositivo ( anzi immagino fosse già in una stadio avanzato dato il breve periodo dalla diagnosi al decesso di soli 2 anni circa ), la situazione era completamente differente, ricordo l'AZT, io ero circa adolescente e vidi veramente un declino violentissimo e rapido, allora avevo 13-14 anni, ma poco si sapeva di questa condizione. Era una gogna avere un malato di aids in casa e mia madre lo isolava dal mondo, e del resto tutti erano molto spaventati ( anche io all'inizio )

Molte persone purtroppo sono rimaste con quell'idea terribile, e non si parla affatto della condizione di stabilità terapeutica.
Vabbè, comunque col mio compagno dopo aver parlato con l'infettivologa è capitato di aver avuto rapporti non completi, chiaramente un minimo di ansia c'è, non lo nego.
Volevo solo confrontarmi nel caso se si sono altre coppie siero discordanti o esperienze di queste etc...
Tex83
Messaggi: 10927
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Tex83 »

Io lo sono stato per anni in coppia sierodis. ;)
Capisco che ci voglia un po' di tempo, e non è necessario dirlo subito a tutto il mondo...
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi
Jess7
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 gennaio 2022, 21:08

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Jess7 »

Sì, certo, anche se agli amici più stretti mi sembrava giusto dirlo, soprattutto quando la storia prendeva una piega più "seria".
Ti chiedo te con la tua partner come la vivevi ? era lei sieronegativa o tu ?
Tex83
Messaggi: 10927
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Tex83 »

Credo, sinceramente, che la domanda sia inopportuna 8)
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi
Jess7
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 gennaio 2022, 21:08

Re: Coppia sierodiscordante

Messaggio da Jess7 »

Oddio scusami se ti sono sembrata invadente, sai per me è una situazione del tutto nuovo e quindi cercavo solo un confronto...
Rispondi