dubbio rapporto occasionale

Area dedicata allo scambio di notizie ed informazioni sulla trasmissione del virus HIV e sul Test

Moderatori: AnlaidsOnlus, Tex83, ANLAIDS, Claudia Balotta

Regole del forum
REGOLE DEL FORUM

IL FORUM SI OCCUPA PRINCIPALMENTE DI PREVENZIONE DELLA TRASMISSIONE DELL’INFEZIONE DA HIV, NON E' UN FORUM DEDICATO A TUTTE LE MALATTIE INFETTIVE.

RISPONDONO SUL FORUM:

• LA DOTTORESSA CLAUDIA BALOTTA CHE NE E’ IL REFERENTE SCIENTIFICO
• TEX83, VOLONTARIO ANLAIDS E MODERATORE

E' ASSOLUTAMENTE VIETATO INSULTARE O ASSUMERE ATTEGGIAMENTI OFFENSIVI NEI CONFRONTI DI ALTRI UTENTI. CHI SI COMPORTA IN QUESTO MODO VERRA' IMMEDIATAMENTE BANNATO.

DATO CHE IN QUESTO FORUM, A DIFFERENZA DI ALTRI, C’E’ UN MEDICO CHE RISPONDE, SI PREGA VIVAMENTE DI NON INTASARE LE CONVERSAZIONI. PER SCAMBI TRA UTENTI SI PREGA DI UTILIZZARE LA SEZIONE “NON SOLO MEDICO” O I MESSAGGI PRIVATI.
IL FORUM NON PUO' ESSERE UN PRONTO SOCCORSO; SI PREGA QUINDI DI NON POSTARE CONTINUI SOLLECITI. IL MEDICO RISPONDE IN MEDIA OGNI DUE/TRE GIORNI.

IL MEDICO E TEX83 NON RISPONDONO A MESSAGGI PRIVATI

IL TEMPO DEL MEDICO E’ LIMITATO ED E’ GIUSTO DARE A TUTTI LA POSSIBILITA’ DI AVERE RISPOSTA, QUINDI NON SONO CONSENTITI POST ESAGERATAMENTE LUNGHI O POST DI ANALISI E REFERTI: NON E’ POSSIBILE FARE DIAGNOSI ONLINE E IL FORUM NON PUO’ SOSTITUIRSI AD UNA VISITA CON UN PROFESSIONISTA

QUANDO IL MEDICO DICE "NESSUN RISCHIO" VUOL DIRE CHE E' STATA FATTA UNA VALUTAZIONE GLOBALE DEL RISCHIO E CHE IN QUEL CASO IL TEST NON È NECESSARIO.

INOLTRE, I 'SINTOMI' DELL'INFEZIONE DA HIV SONO COMUNI A MOLTE ALTRE PATOLOGIE INFETTIVE DI NATURA VIRALE O BATTERICA E MOLTO SPESSO NON È UTILE RAGIONARE SU SINTOMI GENERICI BENSÌ SUI RISCHI CONCRETI CHE SI SONO CORSI.

PER OGNI PROBLEMA TECNICO, OVVERO LEGATO ALLA REGISTRAZIONE O ALLA CANCELLAZIONE DAL FORUM E' POSSIBILE CONTATTARCI A INFO@ANLAIDSONLUS.IT

SE PENSATE CHE STIAMO FACENDO UN BUON LAVORO, POTETE SOSTENERE ANLAIDS DESTINANDO IL 5XMILLE DELLA VOSTRA DENUNCIA DEI REDDITI: BASTA INSERIRE IL NOSTRO CF 0717588587 NELL'APPOSITA CASELLA
impulsivo
Messaggi: 181
Iscritto il: 29 dicembre 2015, 16:10

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da impulsivo » 7 febbraio 2018, 22:15

Cara dottoressa noto che lei prende in giro il mio nickname mettendolo tra virgolette. Non capisco bene cosa voglia significare ma sappia che è solo uno stupido nick che avevo scelto tra l'altro in un momento di disperazione e si riferisce solo alla mia impulsività nell'essermi lanciato in un rapporto sessuale non protetto, tra l'altro a causa dell'alcool.. Non pensi che io sia unapersona impulsiva solo perchè come dice lei mi inserisco in thread di altri utenti. Poi noto che lei si preoccupa più di redrguirmi per queste regole del forum che di aiutarmi indicandomi una struttura accreditata in Italia o all'estero. Insomma sono veramente deluso e se scrivo qui non lo favcio per leggere le sue risposte ma solo per confrontarmi con altri utenti.

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 8 febbraio 2018, 7:48

Impulsivo, a questo punto notando i tuoi commenti, tra l altro continui nel mio post (così come fece un certo Alex10), denotano e instillano un dubbio sul fatto che tu possa essere deluso o infuriato per i tuoi problemi se poi ti offendi e parli del tuo nickname. Non credo che le virgolette siano sinonimo di scherno. Per favore esorto chiunque altro a scrivere su questo post ma limitarsi alla lettura del aprirsene uno proprio. Anche perché non credo verranno postati da me ulteriori messaggi.

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 26 febbraio 2018, 16:03

Gentile dottoressa, le scrivo solo per comunicarle che dall' ultima risposta da lei data in cui i medici che mi hanno visitato a mio avviso non hanno prestato ascolto e valutato a pieno le mie analisi, anamnesi e sintomi avuti, ho prenotato ulteriore visita questa settimana. Che sicuramente sarà un buco nell'acqua in quanto tutti i sintomi citati fin dall' inizio sono scomparsi gradualmente durando circa 2 settimane ognuno, a parte la febbre che è durata 2 mesi. ma la preoccupazione invece è cresciuta esponenzialmente proprio per questo motivo immaginando già la risposta del medico che dirà:"sei guarito". Mentre le mie analisi adesso riportano valori dei linfociti nei range anche se di poco sopra al minimo e cd4 a 600 nella conta assoluta e 31% fuori range visto che il minimo è 35%. Se può rispondermi le vorrei chiedere in che modo posso comunicare al medico se è possibile effettuare una coltura/isolamento virale per capire se i miei dubbi siano o no fondati. Lo chiedo perché mi sono accorto che ogni volta che cerco di far notare che i tempi,i sintomi, la linfopenia, la conta dei cd4 coincidono con un infezione da HIV (visto che sono state escluse tutte...ma che l unico virus che muta è solo la HIV) mi viene ribadito che sono loro a dover valutare il tutto, ma che in 4 mesi oramai (i sintomi sono iniziati il 21 ottobre esattamente 10 giorni dopo il rapporto) nessuno è arrivato ad una diagnosi. Aspetto un suo consiglio. Grazie

Claudia Balotta
Messaggi: 10788
Iscritto il: 2 marzo 2015, 19:07

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da Claudia Balotta » 26 febbraio 2018, 23:11

Buonasera,
le rispondo limitatamente al modo di porsi di fronte ad un professionista certamente molto esperto quale un collega dello Spallanzani.
Riassuma in sintesi il tipo di rischio, i sintomi (la diarrea e le sudorazioni notturne non sono un sintomi associabile alla sieroconversione ma li indichi) tutti i test ELISA fatti, le tipizzazioni linfocitarie, le infezioni pregresse (mononucleosi etc) e il ritorno alla normalità di oggi.
Non avanzi la richiesta di un isolamento virale che oggi viene fatto solo in alcuni tipi di studi clinici e non è disponibile per la routine,
Non invochi la variabilità di HIV come fattore di mancata diagnosi perchè come le ho spiegato ripetutamente non preclude la diagnosi sierologica (anticorpale).
Chieda se il medico ritiene opportuna una indagine molecolare (PCR).
Non si ponga come chi ha stabilito di avere una infezione misconosciuta ma chieda un PARERE.
Claudia Balotta

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 27 febbraio 2018, 8:47

Salve dottoressa.
La ringrazio di avermi risposto, proverò a fare cosi.
Cerco di pormi in modo da chiedere un parere, senza avallare richieste ma spero sia il medico che si faccia venire tutti i dubbi possibili riguardo la mia situazione, e ad indagare a fondo proponendo ciò che tra l altro proprio i documenti dello spallanzani citano in una situazione del genere. Riguardo ai sintomi non ho avuto solo sudorazioni notturne e diarrea (li ho dettagliati tutti nel post) . Ma come ho fatto qui posso chiedere eventualmente lumi sulle ricerche che ho fatto a proposito? Proprio per la diarrea ci sono ricerche che citano. Recent studies in HIV-1 infected individuals have demonstrated that the gastrointestinal (GI) tract is preferentially and profoundly affected during acute and chronic HIV-1 infection. Oppure mi limito solo ad ascoltare il loro parere. In ogni caso se fosse di suo interesse aggiorno il post a seguito di questa ulteriore visita. Grazie della sua continua disponibilità.

-rimosso aggiornamento dermatologo non utile al post per ora.
Ultima modifica di dubbiosocronico il 13 marzo 2018, 10:56, modificato 1 volta in totale.

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 13 marzo 2018, 2:27

Dottoressa salve di nuovo, non è mia intenzione approfittarne, ma nel frattempo che attendo la visita del 16/03 (5 mesi senza diagnosi...) con l infettivologa, e che mi atterrò a quanto da lei consigliato volevo delucidazioni (ho provato a chiederlo in precedenza ma forse ho creato un post troppo lungo) su quanto da lei asserito che diarrea e sudorazioni notturne non fanno parte dei sintomi di sieroconversione. Però su numerosi trattati (Journal of immunology    http://www.jimmunol.org/content/jimmuno ... 1.full.pdf,  researchgate, infomedics, e soprattutto su PubMed https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22319447/ e anche  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4629044/) viene proprio ribadito che le prime cellule CD4+ ad essere eliminate da HIV nella fasi iniziali dell’infezione sono le cellule CD4+ della memoria presenti nel tessuto linfoide associato all’intestino (GALT) e ciò porta proprio ad avere sintomi gastrointestinali (un suo parere sulla base di questi testi?), anche se immagino vari da persona a persona. Prr le sudorazioni notturne, di solito non ci sono proprio come risposta ad una febbre di infezione virale? posso accennare alla visita queste letture? (Non credo visto la sua ultima risposta)

Claudia Balotta
Messaggi: 10788
Iscritto il: 2 marzo 2015, 19:07

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da Claudia Balotta » 13 marzo 2018, 14:09

Buongiorno,
ancora una volta devo metterla in guardia dall'interpretare i lavori scientifici senza gli strumenti di base per interpretarli ovvero una laurea in medicina e una specializzazione in questo caso in malattie infettive: il fatto che il tessuto linfatico distribuito nell'intestino NON comporta diarrea. La diarrea si può verificare nei pazienti con infezione da HIV AVANZATA ad opera di microrganismi che si impiantano e creano un danno NON dal tessuto linfatico.
Detto questo mi auguro che dalla prossima visita abbia tutte le rassicurazioni poichè penso che la situazione che sta vivendo e le sue azioni siano molto deleterie per il suo equilibrio psichico.
Claudia Balotta

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 13 marzo 2018, 14:48

Dottoressa non volevo certo sostituirmi ad un medico, ho solo riportato ciò che era scritto sui link sopra che non parlano di diarrea, ma che nell'infezione primaria viene maggiormente attaccato il tessuto linfatico dell'intestino facendo calare così i cd4. Guardi dottoressa il mio equilibrio psichico è equilibrato motivo per cui cerco solo di capire cosa è successo e quali domande fare al medico proprio dopo quel rapporto a rischio.ci sono comunque esperienze di sieroconversione in cui hanno avuto anche diarrea. Ognuno ha avuto sintomi diversi ed alcuni comuni, per questo capisco che non bisogna far fede ai sintomi, ma non che non possono essere trascurati o non correlati. Mi spiace solo che si pensi sempre a problemi psicologici. Quindi in fase avanzata con questo tipo di infezione è possibile una diarrea cronica causata da batteri (tipo giardia lamblia?) insediatosi per via dell' abbassamento delle difese immunitarie? La mia domanda era se appunto episodio di diarrea per 12 giorni può essere causato anche all'inizio in quanto la replicazione virale è molto veloce e aggressiva nei tessuti, causando disordini della flora batterica? Grazie comunque, noto sempre una disponibilità nel rispondere da parte sua non indifferente.

Forum_Admin
Site Admin
Messaggi: 162
Iscritto il: 16 aprile 2007, 19:53

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da Forum_Admin » 14 marzo 2018, 13:13

Gentile utente,
come ribadito più e più volte (oltre che nelle stesse regole del Forum che invitiamo tutti a leggere...) il Forum non può essere una chat e i medici che rispondono non possono fare diagnosi o dare consulti online in quanto non sarebbe professionale. La dott.ssa Balotta ha mostrato una disponibilità fuori dal comune rispondendole più volte, a questo punto la invitiamo a rivolgersi a strutture sanitarie ed a professionisti in grado di fare diagnosi e prescrivere cure.
Il Forum è di tutti e non è pensabile di monopolizzare il tempo (limitato) dei medici che rispondono.
Grazie

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 14 marzo 2018, 13:26

Gentile Amministratore, concordo con quanto riferito, come ribadito ho notato la cordialità della dottoressa a seguire il post che poteva anche essere abbandonato a se senza più ricevere risposte e di questo ho ringraziato. Il mio problema è proprio che sono 4 mesi che mi rivolgo a strutture specializzate senza arrivare ad una diagnosi. Sono stato ascoltato più dalla dottoressa qui che da uno specialista dal vivo. Non sarà più una chat, ma voglio chiedere se posso aggiornare il mio post ogni qualvolta esce fuori qualcosa o ho Delle risposte in modo da aggiornare anche eventuali utenti che potrebbero trovarsi nella stessa situazione. Grazie

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 25 marzo 2018, 14:34

Dottoressa ho fatto come ha detto lei, l'infettuvologa decisamente più umana di altri medici è stata ad ascoltare tutta la mia storia, tutti i miei sintomi, ha visto tutte le analisi comprese i test negativi. Ha scritto puntigliosamente tutto nella cartella clinica, Ma alla fine l'unica prescrizione che mi fa è la sierologia per la brucellosi e malattia di lyme di cui non ho mai avuto sintomi. Le chiedo allora di valutare ancora le analisi e l'andamento dell'emocromo e della tipizzazione, ma non sa che dirmi a parte l'aver avuto sicuramente qualcosa, ma avendo test negativi di qualsiasi tipo esclude quindi quelle infezioni. In più mi dice di non essere esperta nel campo HIV ma in malattie tropicali. Questo è quello che intendevo quando dicevo di fare la visita chiedendo solo un parere senza avvalersi di niente altro, ecco il risultato. Sono stato male mesi senza arrivare ad una diagnosi anche perché non credo che risulterò positivo alla Brucella. Non mi ha nemmeno prescritto una nuova visita infettivologica...
Dottoressa la ragazza...che a me era sconosciuta e che non sapeva della sieropositività (a detta sua dopo averle detto i miei sintomi e le analisi che stavo facendo non ho mai visto il suo referto, me lo ha comunicato e non sono più riuscito a contattarla), non si faceva problemi sul mio stato di salute, nel caso io avessi avuto un ceppo diverso dal suo? La mia domanda a cui l'infettuvologa non mi ha dato risposta è, nel caso ci sia un'infezione da HIV rilevabile con test anticorporali, di uno specifico ceppo, nel caso di reindirizzamento con altro o altri ceppi, il sistema immunitario genera nuovi anticorpi specifici oltre a quelli già prodotti per la nuova combinazione creata dal virus? Quindi sarebbero presenti più titoli anticorporali? Ora negli ultimi 3 anni la ragazza ha vissuto in comuni multirazziali quali in Francia e Inghilterra e ho ribadito la mia preoccupazione su eventuali sue re-infettarsi con altri ceppi.
Ultima modifica di dubbiosocronico il 26 marzo 2018, 10:08, modificato 1 volta in totale.

impulsivo
Messaggi: 181
Iscritto il: 29 dicembre 2015, 16:10

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da impulsivo » 25 marzo 2018, 19:05

Dubbioso.. non avevo letto che la ragazza è sieropositiva..! Beh credo però che a questo punto se tu fossi stato contagiato da lei il ceppo sarebbe lo stessl quindi con uno stesso tipo e marca di test dovrebbe risultare in ambedue.. se tu continui a essere negativo allora non è hiv trasmesso da lei.. Escludi anche una mancata produzione di anticorpi perchè quelli sono casi in cui si ha un aids accelerata e infausta.. e avresti adesso giá avuto delle infezioni opportunistiche serie. Ma quando e come hai saputo che questa tizia ha l'hiv? La Francia.. me la faccio addosso... anche quella con cui ho fatto sesso io stava molto vicino alla Francia...

Claudia Balotta
Messaggi: 10788
Iscritto il: 2 marzo 2015, 19:07

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da Claudia Balotta » 26 marzo 2018, 22:20

Buona sera,
apprendo anche io DOPO 7 pagine di post (!!!) che la ragazza è sicuramente (????) ma non certificatamente sieropositiva!!!!!!!!
Poichè anche l'ultimo rapporto con una nuova infettivologa non l'ha 'soddisfatta' non ho altro da consigliarle se non di recarsi in un'altra regione presso un Centro di eccelenza. Le consiglio di non proseguire con elucubrazioni sulla ricombinazioni dei ceppi che, anche quando ricombinati, sono riconosciuti dagli anticorpi.
Claudia Balotta

dubbiosocronico
Messaggi: 114
Iscritto il: 23 ottobre 2017, 12:35

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da dubbiosocronico » 27 marzo 2018, 0:01

Dottoressa salve, mi scusi ma io già in precedenza (forse le è sfuggit perché poi altri utenti si sono messi a commentare) in questo post scrissi che la ragazza che ero riuscita a ricontattare dicendogli che dopo aver avuto quel rapporto sono stato male e che accusavo determinati sintomi e che ero in visita da un indettivologo perché temevo HIV e lei mi disse di non avere niente. Poi dopo poco più di una settimana mi disse che aveva fatto il test risultando positiva, per messaggio...e non ho avuto modo di vedere un referto perché vive in un altra regione e non sapevo come ricontattarla perché dopo il messaggio, gli ho scritto non ho più ricevuto risposte e quando ho provato a ricontattarla era sempre irraggiungibile. Non so nemmeno il motivo per cui si è sensibilizzata nel dirmi una cosa del genere visto il comportamento che ha avuto. Non so più dove andare e a chi affidarmi sono sincero. Tutto esce negativo tranne le percentuali di cd4 che sono più basse del range e i cd19 e le IgE che sono più alte dei range, e ora mi rimane una febbricola a 37,1 che non percepisco ma se la misuro c'è, è un male strano al viso che da più di un mese non passa e problemi intestinali . Sohe lei continua ad assicurarmi che qualsiasi crf viene riconosciuta così come i gruppi N e P. Non capisco perché allora i documenti del ministero e studi universitari citano la possibilità che nuove crf e/o ceppi quali N e P possono sfuggire alla diagnosi anche con un rt-pcr. Per quello dicevo che il comportamento della ragazza incurante anche del mio stato fisico che se fossi sieropositivo era strano visto che a lei tranquillamente non importava, così come non ho capito il messaggio della positività del test. E da lì che ipotizzavo continue possibilità di infettarsi da parte sua con più di un ceppo ed eventualmente raro come N eP scoperto in Francia dove lei ha vissuto ,così come in Inghilterra dove c'è un elevata diagnosi di ceppi non B è varie crf. Non ho una diagnosi purtroppo è questo è ciò che mi spaventa perché l unico virus che fino ad ora riesce a mutare o essere raro o ricombinato più e più volte è solo l HIV. Mi spiace davvero anche continuare a scrivere. Sarei più sereno se arrivassi ad un punto certo, Che ci sia o non ci sia, perché aver avuto qualcosa di forte che mi ha debilitato e ora avere degli strascichi senza sapere cosa è leposso assicurare che lascia nel totale sconforto. Ho visto l'alberatura dei vari tipi di HIV, sarà una cosa fuori dal comune, ma tra un
po' inizio a pensare che possa aver contratto un ceppo M e uno dei ceppi N o P. Quello che mi sconvolge è che questa ragazza sembrava in salute, forse le gambe erano stranamente adipose. Come mi ha detto lei non ho proferito parola a riguardo durante la visita e ho provato a chiedere una PCR HIV ma la dottoressa ha detto che bastava il test HIV per escluderlo. Proverò un consulto su a Milano, se mi sa consigliare lei un centro di eccellenza nella diagnosi e ricerca le sarei molto grato.

impulsivo
Messaggi: 181
Iscritto il: 29 dicembre 2015, 16:10

Re: dubbio rapporto occasionale

Messaggio da impulsivo » 27 marzo 2018, 15:36

Dubbioso vorrei anche io che penso di essere nella tua stessa situazione recarmi presso un centro che si occupi davvero di noi.. Ma voglio essere sicuro che non ci ridano in faccia o ci facciano sprecare soldi invano.. Voglio insomma che mi analizzino il sangue e lo mettano in coltura..che cerchino tracce del virus con lisato virale o con pcr piu sofisticate e realizate ad hoc per individuare regioni dell' rna immutate tra un ceppo e l altro. Leggevo del V3 loop o una cosa del genere ossia proteine del core virale che dovrebbero essere conservate tra qualsiasi ceppo anche nuovo di hiv. Altrimenti si tratterebbe di una mutazione cosi distante da essersi trasformato in un virus totalmente nuovo che sfugge alle classificazioni disponibili tuttora.. Aver letto che la ragazza è sieropositiva mi ha freddato il sangue credimi.. ma mi chiedo anche delle cose.. Se lei risulta sieropositiva perchè tu no? Cioè se in lei è stato possibile rilevarlo e se ti avesse trasmesso l hiv allora il ceppo è lo stesso quindi sarebbe dovuto essere rilevabile anche in te! Mi corregga la dr.ssa se sbaglio.. Inoltre lei potrebbe averti detto una bugia..magari per ripicca che ne so.. In ogni caso noi abbiamo un quandro sia clinico che laboratoristico preoccupante e dobbiamo capire cosa abbiamo.. Tutto fa pensare all'hiv come ho scritto nel mio blog.. ma test negativi. Si ma ripeto.. in casi come i nostru non si può liquidare così la faccenda. Vanno usate tutte le risorse possibili per escludere al 101 percento la malattia. Anche perchè ricordo che potremmo e possiamo contagiare molte altre persone ritenendoci sani mentre magari non lo siamo tramite il sesso e le donazioni di sangue

Rispondi