Valutazione rischi

Area dedicata allo scambio di notizie ed informazioni sulla trasmissione del virus HIV e sul Test

Moderatori: AnlaidsOnlus, Tex83, ANLAIDS, Claudia Balotta

Regole del forum
REGOLE DEL FORUM

IL FORUM SI OCCUPA PRINCIPALMENTE DI PREVENZIONE DELLA TRASMISSIONE DELL’INFEZIONE DA HIV, NON E' UN FORUM DEDICATO A TUTTE LE MALATTIE INFETTIVE.

RISPONDONO SUL FORUM:

• LA DOTTORESSA CLAUDIA BALOTTA CHE NE E’ IL REFERENTE SCIENTIFICO
• TEX83, VOLONTARIO ANLAIDS E MODERATORE

E' ASSOLUTAMENTE VIETATO INSULTARE O ASSUMERE ATTEGGIAMENTI OFFENSIVI NEI CONFRONTI DI ALTRI UTENTI. CHI SI COMPORTA IN QUESTO MODO VERRA' IMMEDIATAMENTE BANNATO.

DATO CHE IN QUESTO FORUM, A DIFFERENZA DI ALTRI, C’E’ UN MEDICO CHE RISPONDE, SI PREGA VIVAMENTE DI NON INTASARE LE CONVERSAZIONI. PER SCAMBI TRA UTENTI SI PREGA DI UTILIZZARE LA SEZIONE “NON SOLO MEDICO” O I MESSAGGI PRIVATI.
IL FORUM NON PUO' ESSERE UN PRONTO SOCCORSO; SI PREGA QUINDI DI NON POSTARE CONTINUI SOLLECITI. IL MEDICO RISPONDE IN MEDIA OGNI DUE/TRE GIORNI.

IL MEDICO E TEX83 NON RISPONDONO A MESSAGGI PRIVATI

IL TEMPO DEL MEDICO E’ LIMITATO ED E’ GIUSTO DARE A TUTTI LA POSSIBILITA’ DI AVERE RISPOSTA, QUINDI NON SONO CONSENTITI POST ESAGERATAMENTE LUNGHI O POST DI ANALISI E REFERTI: NON E’ POSSIBILE FARE DIAGNOSI ONLINE E IL FORUM NON PUO’ SOSTITUIRSI AD UNA VISITA CON UN PROFESSIONISTA

QUANDO IL MEDICO DICE "NESSUN RISCHIO" VUOL DIRE CHE E' STATA FATTA UNA VALUTAZIONE GLOBALE DEL RISCHIO E CHE IN QUEL CASO IL TEST NON È NECESSARIO.

INOLTRE, I 'SINTOMI' DELL'INFEZIONE DA HIV SONO COMUNI A MOLTE ALTRE PATOLOGIE INFETTIVE DI NATURA VIRALE O BATTERICA E MOLTO SPESSO NON È UTILE RAGIONARE SU SINTOMI GENERICI BENSÌ SUI RISCHI CONCRETI CHE SI SONO CORSI.

PER OGNI PROBLEMA TECNICO, OVVERO LEGATO ALLA REGISTRAZIONE O ALLA CANCELLAZIONE DAL FORUM E' POSSIBILE CONTATTARCI A INFO@ANLAIDSONLUS.IT

SE PENSATE CHE STIAMO FACENDO UN BUON LAVORO, POTETE SOSTENERE ANLAIDS DESTINANDO IL 5XMILLE DELLA VOSTRA DENUNCIA DEI REDDITI: BASTA INSERIRE IL NOSTRO CF 0717588587 NELL'APPOSITA CASELLA
Bloccato
blues85
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 maggio 2021, 16:48

Valutazione rischi

Messaggio da blues85 » 7 giugno 2021, 11:21

Buongiorno,
avrei bisogno gentilmente di una valutazione del rischio intercorso riguardo ad un episodio occorsomi ormai 2 settimane fa.
Mi scuso in anticipo per la sintesi poco efficace... ho avuto un incontro con una escort e le mie perplessità nascono dal dubbio di aver utilizzato in maniera scorretta il condom a partire dalla vestizione, con il pene non ancora in completa erezione (per questo mi è capitato che il preservativo si spostasse leggermente nelle varie fasi). A seguito di un rapporto orale, c'è stato un breve rapporto vaginale al termine del quale il condom si era spostato leggermente (senza scoprire il glande) per effetto della riduzione dell'erezione, quindi una nuova stimolazione orale e una nuova breve penetrazione vaginale. Non riuscendo a concludere, c'è stata infine un'altra stimolazione orale senza successo. A quel punto mi sono accorto che il condom era oramai a metà asta del pene ma mi pare che il glande fosse coperto e il preservativo integro. Mi reco in bagno per sfilarlo e mi sciacquo abbondantemente con acqua prima di andarmene.
Vi chiedo, pertanto,di indicarmi cortesemente se ho corso dei rischi rilevanti nelle varie fasi, compresa quella di lavaggio, nella quale posso essere venuto a contatto con i liquidi vaginali eventualmente presenti sulla parte del pene esposto e che ho potuto "spostare" verso il glande. I miei dubbi risiedono nel fatto che non sono circonciso e ho la pelle molto elastica nella zona del prepuzio (ricopre completamente il glande a riposo), pertanto, avrei potuto favorire la permanenza del virus in una zona favorevole una volta riportato la pelle in posizione "naturale" sul glande.
Ancora grazie per l'attenzione e per il servizio che svolgete

Tex83
Messaggi: 9536
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Valutazione rischi

Messaggio da Tex83 » 7 giugno 2021, 11:42

Il rapporto è stato protetto. A mio avviso nessun rischio.
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi

blues85
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 maggio 2021, 16:48

Re: Valutazione rischi

Messaggio da blues85 » 11 giugno 2021, 5:10

Un'ultima richiesta,
facendo mente locale sull'ultimo rapporto, mi è venuto il dubbio che il preservativo si sia sfilato al punto che l'anello dello stesso possa essersi spostato a contatto con il prepuzio "arrotolato" all'altezza della corona del glande.
1- In questo caso si tratterebbe di un contatto diretto con le secrezioni oppure mediato dall'anello del preservativo?
2-tornato in posizione di riposo il prepuzio sopra il glande potrebbero generarsi condizioni favorevoli al virus sia dal pto di vista' ambientale' che del tempo di contatto con le stesse mucose?
3-L'aver usato lo stesso condom x tutte le fasi del rapporto può incrementare il rischio?

Tex83, so che non è consentito sollecitare ma la prego di rispondermi, essendo il forum il mio unico metodo per parlare di questi argomenti. La ringrazio per la pazienza e per la competenza che dimostra ogni giorno.

Tex83
Messaggi: 9536
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Valutazione rischi

Messaggio da Tex83 » 11 giugno 2021, 8:31

No, non ci siamo.
Non si può ragionare su DUBBI sulle cose avvenute.
Se lei ha dei dubbi, allora deve fare il test perché prima escludeva il glande scoperto, ora non lo esclude, domani ci verrà a dire che forse per un po' il rapporto non è stato protetto...
O le cose sono accadute, o no. E di certo solo lei era presente e non possiamo ragionare "per assurdi".
Il problema alla base di questo rapporto è l'utilizzo non corretto del preservativo, che deve essere della taglia giusta, adeguatamente lubrificato, non scaduto, correttamente conservato, indossato col pene in erezione, sostituito ad ogni rapporto e quanto altro.
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi

blues85
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 maggio 2021, 16:48

Re: Valutazione rischi

Messaggio da blues85 » 11 giugno 2021, 10:24

Mi scuso per essermi espresso male.
Quanto riportato nell'ultimo post contiene la richiesta di un chiarimento su ipotetiche situazioni di contatti (punti 1 e 2 ), che mi ha confermato diretti.
Sono sicuro che alla fine del rapporto il glande era coperto...
Per quanto riguarda l'uso scorretto, sono assolutamente consapevole di non aver utilizzato il condom correttamente, tema oggetto di questa discussione, e per questo motivo ho precisato un ulteriore dettaglio, questo sì reale, e cioè aver utilizzato sempre lo stesso dispositivo. Su questo punto le chiedevo delucidazioni circa un rischio notevolmente amplificato.
Mi scuso ancora per l'equivoco e per averla incomodata oltremodo e le sarei grato se mi rispondesse all'ultimo quesito

blues85
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 maggio 2021, 16:48

Re: Valutazione rischi

Messaggio da blues85 » 13 giugno 2021, 13:04

Tex83 ha scritto:
> No, non ci siamo.
> Non si può ragionare su DUBBI sulle cose avvenute.
> Se lei ha dei dubbi, allora deve fare il test perché prima escludeva il
> glande scoperto, ora non lo esclude, domani ci verrà a dire che forse per
> un po' il rapporto non è stato protetto...
> O le cose sono accadute, o no. E di certo solo lei era presente e non
> possiamo ragionare "per assurdi".
> Il problema alla base di questo rapporto è l'utilizzo non corretto del
> preservativo, che deve essere della taglia giusta, adeguatamente
> lubrificato, non scaduto, correttamente conservato, indossato col pene in
> erezione, sostituito ad ogni rapporto e quanto altro.
Gentile tex, le rinnovo le scuse. Quanto scritto nell'ultimo post era solo una congettura. Mi risponde sull'errore di aver utilizzato un solo condom per tutte le fasi descritte dell'incontro? È un errore grossolano, forse fatale? La ringrazio x l'attenzione

Tex83
Messaggi: 9536
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Valutazione rischi

Messaggio da Tex83 » 13 giugno 2021, 13:18

Basta così, ho già risposto, per me lei è confuso sull'accaduto quindi deve fare il test.
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi

blues85
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 maggio 2021, 16:48

Linfonodo ingrossato

Messaggio da blues85 » 19 giugno 2021, 6:28

Buongiorno,
martedì scorso (24 gg dopo l'esposizione) scopro l'ingrossanento del linfonodo cervicale sx (credo sia più che un campanello d'allarme). Sto davvero da schifo e non riesco a darmi una risposta sulle modalità di contagio (che ho già purtroppo descritto). Parlando con il medico di base, anche dei sintomi avuti la settimana prima (dolore al collo, sonnolenza, ecc - mai febbre), asserisce che potrebbe essere un effetto del vaccino Pfizer (somministrato 5 gg prima) . L'ipotesi è del tutto improbabile, dato che tra l'altro l'inoculazione l'ho fatta a dx. A questo punto, credo che si tratti invece di infezione primaria...
Vi chiedo se ha senso fare il test già lunedì (30gg dall'esposizione) o aspettare ulteriori 10 gg (anche se ho poche speranze perché non ho in corso infezioni palesi ad orecchio e gola).

Tex83
Messaggi: 9536
Iscritto il: 11 gennaio 2010, 17:42
Località: Piacenza

Re: Valutazione rischi

Messaggio da Tex83 » 19 giugno 2021, 8:32

Ultima risposta: un linfonodo reattivo NON è sintomo di infezione da HIV.
E' invece sintomo comune dopo somministrazione vaccino Covid.
Il test nel suo caso è una pura PRECAUZIONE perché lei ha avuto un rapporto PROTETTO, ma con la fantasia si sta costruendo mille dubbi, e va fatto NON PRIMA DI 40 GIORNI.
Non ho altro da dire.
Sostieni Anlaids con il tuo 5X1000
Inserisci il codice fiscale 07175880587 nella tua dichiarazione dei redditi

Bloccato