killer

Per chi volesse porre quesiti di tipo sociale o desideri scambiare idee ed opinioni con altri utenti.

Moderatori: AnlaidsOnlus, Tex83, ANLAIDS, Claudia Balotta

Regole del forum
QUESTA SEZIONE NON E' AMMINISTRATA DA MEDICI. PER INFORMAZIONI RELATIVAMENTE ALLA TRASMISSIONE E AL TEST, RIFERIRSI ALLE SEZIONI HIV E TEST
Rispondi
dottor_Baldasso
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: killer

Messaggio da dottor_Baldasso » 6 agosto 2014, 18:48

Penso che la realtà sia molto più complessa di quanto tu la stia facendo. Nel tuo ragionamento ci sono delle conclusioni tratte saltando troppi passaggi che confuterebbero la tua stessa teoria. Che dietro alle malattie croniche ci siano degli interessi economici importanti non è un segreto. Che questi interessi economici possano influenzare le dinamiche terapeutiche è noto e non solo per HIV ma anche per patologie molto più banali o per altre patologie gravi. Che ci siano delle storie da far rabbrividire è arcinoto ed è uno schifo. Questo però non nega la difficoltà intrinseca a trovare un vaccino per un virus così "sfuggevole" come HIV. Poi il discorso della cura top secret per Ebola mi puzza di baggianata giornalistica. Esistono piuttosto delle terapie sperimentali e ci sono ricerche a riguardo di impiego di noti farmaci di cui però l'efficacia o l'inefficacia non sono ancora state provate; la terapia per Ebola si basa attualmente sulla terapia di supporto ed è noto che da Ebola si può guarire anche se la mortalità è elevatissima. Ma è molto facile spiegarsi una dinamica del genere: Ebola è confinata all'Africa e in particolare a remoti villaggi a meno di epidemie più importanti. Notoriamente gli standard terapeutici africani sono purtroppo molto bassi e l'accesso alle cure se non impossibile è complicato e ritardato, quindi garantire una adeguata terapia è molto difficile ed è allora normale che la mortalità si elevi. In caso di epidemie, la gestione è molto più difficile rispetto a trattare 2 singoli pazienti per cui anche in questo caso è normale che la mortalità si elevi. Se invece prendiamo 2 singoli pazienti che vengono trattati tempestivamente con tecniche all'avanguardia come ci sono nei paesi occidentali, ecco che diventa più probabile salvarsi pur trattandosi sempre di una patologia estremamente pericolosa. Quindi senza cercare complotti particolari direi che la situazione, analizzandola nell'insieme, è spiegabile.

dottor_Baldasso
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: killer

Messaggio da dottor_Baldasso » 6 agosto 2014, 20:57

Mi pare di capire che sei veneto...
La tecnica della paura è un meccanismo ben studiato ed è noto aumentare i consumi. Questo è uno stratagemma abbastanza becero però effettivamente è importante per l'economia di uno stato. Non sempre per l'economia del singolo. I media hanno una responsabilità probabilmente inconsapevole per un incontro forse involontario di interessi comuni. Certamente è difficile trovare una buona informazione ma è possibile. Poi ovviamente è importante essere critici e sempre aperti a ogni possibilità cercando conferme in fonti affidabili (cosa difficile da trovare in internet). Condivido in gran parte la tua ultima affermazione e in particolare per le patologie che hai elencato (e anche altre per la verità) è successo proprio quello che affermi te, una informazione spropositata e viziata che ha creato grossi profitti. Infatti la mucca pazza, la SARs etc etc continuano ad esistere ma noi veniamo a conoscenza solo delle epidemie mediatiche non di quelle reali della malattia. Tanto che poi non se ne parla più. È stato eccessivo parlarne all'epoca come è eccessivo non parlarne più ora. Ma parlarne non deve significare terrorizzare quanto piuttosto fare una informazione corretta. Se fosse stato così ci sarebbero state molte meno paure perché l'informazione avrebbe tranquillizzato. Certo i profitti sarebbero stati minori. Non so dirti che meccanismi ci siano sotto. Però questa che dici è una cosa ben evidente. Poi come sempre bisognerebbe conoscere bene a fondo la faccenda e sicuramente la situazione è più complessa e paradossalmente ci sono dei risvolti anche positivi per la comunità. È molto interessante l'analisi che Moore fa in un suo *** a riguardo di questo concetto, mi sembra nel *** bowling for Columbine. Anche i sui *** sono viziati da una visione parziale ma di sicuro offrono uno spunto di discussione intelligente, interessante e assolutamente non qualunquista.

alfaa
Messaggi: 249
Iscritto il: 23 ottobre 2013, 13:49

Re: killer

Messaggio da alfaa » 8 agosto 2014, 1:21

Dottore scusi peró io a questa cosa degli interessi economici non ci credo molto, cioè tutte le cose che ora sono in ricerca allora? La possibile strategia kick and kill? Se una cura venisse trovata, se fosse fatta pagare molto ci sarebbe comunque un gran bel guadagno

PERPLESSO
Messaggi: 3665
Iscritto il: 23 aprile 2011, 17:26

Re: killer

Messaggio da PERPLESSO » 9 agosto 2014, 1:37

alfaa ha scritto:
> Dottore scusi peró io a questa cosa degli interessi economici non ci credo
> molto, cioè tutte le cose che ora sono in ricerca allora? La possibile
> strategia kick and kill? Se una cura venisse trovata, se fosse fatta pagare
> molto ci sarebbe comunque un gran bel guadagno
Infatti prima poi arriverà...il trucco è guadagnare molto prima e dopo...una frase mi ha colpito dal link di gameover "In altri casi il contagio avviene ai funerali, quando i familiari toccano i corpi dei loro cari per un ultimo saluto. Per questa ragione il governo liberiano ha annunciato che tutte le vittime dovranno essere cremate",Ma la trasmissione non avviene tramite scambio di fluidi corporei(saliva,muco,sperma,lacrime ,sangue..)o fluidi a contatto con mucose o ferite della cute?? :roll: quanto dura il virus esposto all'aria??

dottor_Baldasso
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: killer

Messaggio da dottor_Baldasso » 11 agosto 2014, 7:29

Infatti io non sono mai stato complottista, semplicemente affermo che alcune patologie croniche costituiscono un grosso guadagno per cause farmaceutiche he hanno tutto l'interesse a mantenere lo status quo. Non significa che questo determini immobilismo scientifico che non permette sviluppo e ricerca. Però non sono le aziende farmaceutiche a sviluppare il vaccino quindi questo andrebbe contro i loro interessi e per questo si determina un rallentamento

dottor_Baldasso
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: killer

Messaggio da dottor_Baldasso » 4 settembre 2014, 16:37

Preferirei non commentare...

dottor_Baldasso
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: killer

Messaggio da dottor_Baldasso » 5 settembre 2014, 11:04

Bravo

Rispondi