sopravvivenza con le attuali cure

Questa sezione viene bloccata poichè la dott.ssa Balotta e il Dott. Costa rispondono, rispettivamente, nelle sezioni Aids e Hiv e Test di questo Forum

Moderatori: AnlaidsOnlus, ANLAIDS, Claudia Balotta

Regole del forum
REGOLE DEL FORUM
IL FORUM SI OCCUPA PRINCIPALMENTE DI PREVENZIONEDELLA TRASMISSIONE DELL’INFEZIONE DA HIV.
LA PRIMA REGOLA E’ LA LETTURA DELLE REGOLE A CUI ATTENERSI RIGOROSAMENTE. IN CASO CONTRARIO I MESSAGGI POTRANNO NON AVERE RISPOSTA.
L'UNICO REFERENTE SCIENTIFICO DEL FORUM È LA DOTT.SSA CLAUDIA BALOTTA. PUR APPREZZANDO IL FATTO CHE MOLTI UTENTI VOGLIANO RENDERSI UTILI RISPONDENDO AD ALCUNI QUESITI,DOBBIAMO RIBADIRE CHE LE UNICHE RISPOSTE ATTENDIBILI SCIENTIFICAMENTE SONO QUELLE DATE DAL MEDICO.
IL MEDICO RISPONDE IN MEDIA OGNI DUE/TRE GIORNI. IL FORUM NON PUO' AVERE CARATTERE DI URGENZA, SI PREGA QUINDI DI NON POSTARE CONTINUI SOLLECITI.
PER LO STESSO MOTIVO, SI PREGA DI NON INVIARE AL MEDICO MESSAGGI PRIVATI CONTENENTI LE STESSE DOMANDE FATTE IN PUBBLICO E/O SOLLECITI.
PER OTTIMIZZARE IL LAVORO DEL MEDICO, SI PREGA DI SINTETIZZARE QUANTO PIÙ È POSSIBILE: POST ESAGERATAMENTE LUNGHI SONO DI DIFFICILE LETTURA E TOLGONO TEMPO AD ALTRE RISPOSTE.
IL FORUM NON E' UNA CHAT: UNA VOLTA AVUTA RISPOSTA SI PREGA DI EVITARE ULTERIORI DOMANDE E/O PRECISAZIONI:L'ELEVATO NUMERO DI MESSAGGI POTREBBE IMPEDIRE DI DARE A TUTTI UNA RISPOSTA.
QUANDO LA DOTTORESSA DICE "NESSUN RISCHIO" È OVVIO CHE HA FATTO UNA VALUTAZIONE GLOBALE DEL RISCHIO E CHE IN QUEL CASO IL TEST NON È NECESSARIO.
INOLTRE, VIENE SEMPRE RIBADITO CHE I 'SINTOMI' DELL'INFEZIONE DA HIV SONO COMUNI A MOLTE ALTRE PATOLOGIE INFETTIVE DI NATURA VIRALE O BATTERICA E CHE MOLTO SPESSO NON È UTILE RAGIONARE SU SINTOMI GENERICI BENSÌ SUI RISCHI CONCRETI CHE SI SONO CORSI.
IN OGNI CASO, IL FORUM NON PUÒ ASSOLUTAMENTE SOSTITUIRSI AD UN COLLOQUIO O VISITA PERSONALE, SI PREGA QUINDI DI NON POSTARE ANALISI O DESCRIVERE DETTAGLIATAMENTE DISTURBI E SINTOMI. ANALOGAMENTE NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE IMMAGINI E FOTOGRAFIE.
POSTARE LA STESSA DOMANDA SIA NELLA SEZIONE AIDS E HIV, SIA NELLA SEZIONE TEST È PROFONDAMENTE SCORRETTO IN QUANTO OCCUPA INUTILMENTE IL TEMPO LIMITATO DI ENTRAMBI I MEDICI, TOGLIENDOLO AD ALTRE RISPOSTE.
GLI UTENTI CHE RIPETERANNO QUESTO COMPORTAMENTO VERRANNO BANNATI.
SI RICORDA CHE PER CONSULTI MEDICI APPROFONDITI ESISTONO NUMEROSE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE CUI RIVOLGERSI.

sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda mariuzzo » 20 giugno 2008, 10:29

salve dottore.....volevo chiederle:
lei mi ha detto che questi farmaci aumentano la sopravvivenza fino a 30 anni giusto?.....ma è proprio impossibile vivere più di 30 anni?o è raro che ci si arriva a 30 anni di sopravvivenza?
.......e se nell'arco di questi 30 anni venisse fuori un farmaco che debella completamente il virus si può guarire o è troppio tardi?
grazie dottore x la sua disponibilità
mariuzzo
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 5 marzo 2008, 16:44

Messaggioda dott.manuelmonti » 21 giugno 2008, 16:57

per periodo medico è una sopravvivenza media calcolata con vari studi; le ho anche detto che è comunque un dato relativo che dipende da molteplici fattori( età di contagio, stadio della malattia ect) ed è influenzato dal fatto che nel futuro ci saranno sicuramente l'introduzione di nuovi farmaci che migliorerà ancora la sopravvivenza.

saluti
dott.manuelmonti
 

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda alfaa » 25 ottobre 2013, 1:31

riuppo questo thread sono interessatissimo anche io a questa cosa,le cure fanno vivere per 30 anni? Quindi io che ne ho 24 vivrò fino a 54 anni circa?? per favore spiegatemi questa cosa perchè non la capisco... c'è chi dice che la quantità di vita è pressochè uguale a quella di una persona sana(non di certo 50-60 anni quindi)poi leggo ste cose.Facciamo un po' di chiarezza vi prego....vorrei solo capire quanto tempo mediamente può vivere un sierop senza pietà e con sincerità
alfaa
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 23 ottobre 2013, 13:49

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda alfaa » 25 ottobre 2013, 1:46

posto questo articolo(un pezzetto)

"infatti, nel 2003 l'aspettativa di vita era di 49,2 anni; nel 2011 è arrivata a 60,5 anni. I maggiori benefici sono ricaduti sulla popolazione femminile che ha visto un incremento di 13,3 anni contro i 9 degli uomini. "

quindi fatemi capire VI PREGO potrò vivere fino a 60 anni circa?

non è questa l'età media di vita di un maschio!! E su questo articolo non sta scritto che questa è l'età media per chi ha preso le medicine troppo tardi,parla in generale.Facciamo un po' d luce su questa questione per favore.... ok che io ora sono angosciatissimo,però leggere queste cose non aiuta
alfaa
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 23 ottobre 2013, 13:49

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda riccardo » 25 ottobre 2013, 12:47

Scusa ma secondo me stai andando troppo in ansia.
Non stare li' a chiederti se vivrai fino a 60 anni o fino a 61 ....
Anche perchè nella vita puo' capitare di tutto: magari con i farmaci si arriva a 80 anni di vita, ma ti cade una tegola in testa e muori a 48!!! :mrgreen:
Ovviamente facciamo tutti gli scongiuri del caso....ma la vita è cosi'...imprevedibile
Pensa solo che potrai curarti e vivere, tutto qui. Se poi sono 60, 61 o 65....si vedrà col tempo!
riccardo
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 25 luglio 2011, 10:37

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda alfaa » 25 ottobre 2013, 13:01

mhh forse non mi sono spiegato bene. Lo so che potrei morire pure prima però capisci che se mi dicono che nonostante le cure piu di (mettiamo) 30 -35 anni non posso vivere mi cade il mondo in testa.....lo so che potrei morire per altro prima però quindi se fosse cosi come ho scritto sopra,allora le cure contro hiv non garantiscono la stessa quantità di vita di una persona normale! Ma a dire il vero, sono pure abbastanza lontane allora dalla morte di un maschio sano...
alfaa
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 23 ottobre 2013, 13:49

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda dottor_Baldasso » 28 ottobre 2013, 20:53

Mi sembra che stai correndo un po' troppo. Ancora non hai una diagnosi definitiva pertanto queste domande non hanno ancora senso di esistere. Comunque questi sono calcoli fatti su una media e non stratificati. Dentro ci sono tutti i pazienti come ad esempio quelli che non seguono una terapia corretta. Poi sono studi retrospettivi che si basano su terapie vecchie mentre ancora non è possibile esprimersi per quelle nuove essendo i pazienti ancor in vita con tali terapie. Quindi fra 50 anni si potrà dire che sopravvivenza garantiscono i nuovi farmaci. Quello che si può considerare è sicuramente che hanno elevata efficacia immunovirologica e questo depone a favore di una sopravvivenza maggiore paragonabile a quella di una persona sieronegativa. In più la riduzione degli effetti collaterali dei farmaci, l'avvento di nuove terapie nel futuro, l'aumento di conoscenze a riguardo della malattia e della prevenzione delle problematiche legate alla terapia, i controlli periodici, fanno sì che si abbiano sempre più pazienti "sani" (cioè anche se sieropositivi, sono ben controllati e fanno terapie precoci in caso di insorgenza di problematiche correlate che garantiscono una migliore guarigione con conseguente allungamento dell'aspettativa di vita)
dottor_Baldasso
 
Messaggi: 6488
Iscritto il: 22 dicembre 2012, 13:53

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda torinese33 » 4 aprile 2015, 5:59

Dove si possono trovare dati e statistiche?
torinese33
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 27 marzo 2015, 22:43

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda davi » 5 aprile 2015, 3:01

se ricordo bene devi cercare su google Italian Collaborative HIV Aging Cohort
Immagine
NON E' CHIUDENDO GLI OCCHI
CHE SI RISOLVE IL PROBLEMA
davi
 
Messaggi: 231
Iscritto il: 15 novembre 2014, 20:20

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda torinese33 » 5 aprile 2015, 5:07

Davi,
riesci a copiare il link?
Grazie
torinese33
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 27 marzo 2015, 22:43

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda frankissimo » 15 maggio 2017, 11:52

Ciao ragazzi.
Ho scoperto da dieci giorni di essere sieropositivo. A gennaio ero negativo e sieroconversione venti giorni fa. Già sono andato dall' infettivologo in ospedale, fatta cartella e visita dopo test RNA. Mercoledi prelievi e poi il 25 nuovo appuntamento. dicono che è una cosa recente, di stare tranquillo e che si può tenere sotto controllo. Io ho molta paura. Soffro di panico. E mi spaventano gli effetti collaterali delle medicine, tipo i rash, e temo di non migliorare anche se tutti medici e amici + mi dicono di star tranquillo. Vorrei una parola di conforto. Grazie a tutti.
frankissimo
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 29 aprile 2017, 13:15

Re: sopravvivenza con le attuali cure

Messaggioda Vincere » 12 giugno 2017, 22:09

Hai dei grandi amici che ti confortano.
Vincere
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 giugno 2017, 22:01


Torna a TERAPIE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti