Durex e Anlaids insieme per SAFEBOOK

Safebook by DurexPresentato il progetto scuole nazionale “Safe Book” promosso da Durex in collaborazione con Anlaids Onlus. Una campagna di educazione e prevenzione sessuale rivolto a 600.000 studenti che per il primo anno coinvolge anche le terze medie.

Milano, 18 Ottobre 2012 – Si è tenuta oggi, presso l’Istituto Edmondo De Amicis di Milano, la presentazione del progetto scolastico nazionale Safe Book, una campagna informativa per una corretta educazione sessuale promossa – per il secondo anno consecutivo – da Durex e patrocinata da Anlaids Onlus. All’appuntamento ha partecipato una rappresentanza di studenti dell’Istituto milanese per discutere dell’importanza della prevenzione.

Ad affrontare il tema sono intervenute autorità medico-scientifiche: il Professor Gianluca Russo, Medico del Reparto di Malattie Infettive presso il Policlinico Umberto I di Roma nonché rappresentante di Anlaids, e il Professor Maurizio Bini, responsabile della struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia presso l’Ospedale Niguarda di Milano e specialista sulla prevenzione sessuale che si è prestato, inoltre, come volto dei video educazionali ideati da Durex per i giovani studenti. L’appuntamento, per promuovere la sensibilizzazione e la cultura della prevenzione, aperto da Gemma Romano, Brand manager Durex Italia, è stato moderato dalla presentatrice televisiva e scrittrice Camila Raznovich.

Serve una corretta educazione sessuale per sostenere una vita di relazione intima responsabile e senza rischi. Di questo si è parlato durante l’incontro che si è concluso confermando l’importanza di promuovere contenuti educativi per prevenire la trasmissione di malattie e gravidanze indesiderate, a partire proprio dai ragazzi e soprattutto negli istituti scolastici. A conferma di questa necessità, i risultati della Durex Global Sexual Wellbeing Global Survey, ricerca internazionale condotta in 36 paesi, secondo cui in Europa il 79% concorda sugli effetti positivi di un’educazione sessuale istituzionale. La stessa fonte conferma che l’84% degli italiani dimostra un forte interesse per il tema e, in particolare, considera questo tipo di informazioni utili a raggiungere un maggior grado di responsabilità nella gestione della propria vita sessuale. Solo il 17% considera la scuola come fonte primaria di informazioni distinguendosi da un 60% che preferisce affidarsi alle amicizie. Percentuali basse sono sempre state rilevate, a livello mondiale, nelle organizzazioni non governative (3%), nel Governo (3%), nei produttori di prodotti legati al sesso e nella Chiesa (4%).

Quest’anno la campagna firmata Durex giunge alla sua seconda edizione con un programma consolidato ma soprattutto con importanti novità: prevede infatti, oltre al coinvolgimento per la prima volta delle terze medie, la collaborazione delle ASL di riferimento con la possibilità di far intervenire un referente qualificato per l’approfondimento dei contenuti e una declinazione digitale grazie al supporto delle lavagne multimediali (LIM) per la trasmissione delle “videolesson”, tenute dal Prof. Maurizio Bini. Il progetto educativo prevede inoltre la distribuzione di Passaporti Safe Book e la possibilità di vincere 9 viaggi studio a Dublino presso il National College of Ireland, messi in palio da Durex.

Guarda il video di presentazione dell’iniziativa

Scarica il Comunicato integrale dell’iniziativa

5XMILLE

FORUM